Per avere una migliore visione bisogna iniziare a ragionare per periodi (5-10-15,…anni). La visione annua va abbandonata.

La maggior parte degli investitori ragionano anno per anno: “quest’anno ho perso, quest’anno ho guadagnato..”

Questa tipologia di ragionamento è controproducente!

Quello che bisogna fare è allungare il concetto di anno, pensare anno per anno è solo una semplificazione dettata da chissà quale luogo comune, forse perché viene più comodo, si presta di più come contabilità mentale probabilmente.

Se riuscissimo a ragionare in scatole temporali di periodi più lunghi, come 5 anni, scopriremmo che i risultati negativi si ridurrebbero di gran lunga.

*Intermediate Treasury + Spx

Questi qui sopra sono i rendimenti annui dal 1972 a oggi di un portafoglio composto dal 50% di azioni e 50% da obbligazioni

Ci sono anni positivi e anni negativi.  Quelli negativi non sono molti, ma se scendiamo a guardare mese per mese lo scenario peggiora.

Più l’intervallo è piccolo e maggiori delusioni avremo.

Guarda cosa succede se prendiamo un periodo di 5 anni. (Quello evidenziato).

Se “tagliamo” il tempo dal 1972 a oggi otteniamo tanti periodi composti da 5 anni.

Per un istante il periodo 5 anni diventerà il nostro periodo di riferimento, la media (Average) ha prodotto un rendimento medio annuo del 9.57%, il periodo più alto tra tutti ha generato 17.78%, il più basso un 3.14% medio annuo.

Dei nostri periodi TUTTI, perfino il peggiore, sono risultati positivi, ti dirò di più, sicuramente in alcuni di quei periodi ci sono stati anni negativi.

Come vedi un 9.57%  medio annuo? Non male direi.

Per avere quel risultato hai dovuto accettare uno o più anni negativi, ma ti importa?

Allo stesso modo, sempre grazie a questi dati, posso giungere alla conclusione che il portafoglio preso in analisi è consigliabile per minimo un periodo di 5 anni.

Proprio perché a 5 anni, anche nelle peggiori delle ipotesi, ho sempre ottenuto un risultato positivo.

Inoltre più allunghiamo questo periodo e più il risultato massimo e minimo tenderanno ad assomigliare a quello medio, si traduce in maggior certezza di rendimento.

“Per vedere l’arcobaleno dobbiamo accettare la pioggia”