Ti voglio dire qualcosa che pochi ti direbbero, la parte “oscura del rendimento”.

Quindi, con le cinture allacciate e a debita distanza, andiamo ad osservare i meandri dove viene forgiato il rendimento.

In questo momento l’indice azionario globale (MSCI WORLD), quello che ci fa una fotografia dell’andamento globale dell’economia, a partire dalla fine della crisi del 2008, è cresciuto del 385%, che significa quasi quintuplicare il capitale.

Ogni rendimento nasconde un lato oscuro abbiamo detto, ovvero, per l’investitore di successo, per raggiungere  rendimenti interessanti e, tenere al sicuro il proprio capitale, è CONDIZIONE  NECESSARIA passare attraverso fasi di mercato negative, che sono nella natura del mercato.

Quindi nulla di rotto o di anormale, sono condizioni cicliche che prima o dopo bussano alla porta.

Chi si fa trovare consapevole e preparato sarà in grado di passarle e portare a casa quello che si merita.

In banca queste cose non le dicono per paura di spaventare e vedere il cliente che si alza dal tavolo della trattativa con un “nulla di fatto”.

Io credo, forte della mia esperienza con i clienti, che la verità sia quella che paga, i rendimenti possono essere grandiosi ma bisogna anche capire cosa c’è dietro, perché altrimenti quei rendimenti NON si raggiungono.

Nella tabella qui sopra vediamo tutti i ribassi maggiori del 5% avvenuti dalla fine del 2008 ad oggi, sono 28.

In sostanza ogni volta che il mercato è sceso più del 5% viene segnato in tabella.

Sono 3 quelli più grandi del -20% e 1 addirittura del -35% (durante il covid).

Per ottenere rendimenti è necessario attraversare i ribassi, come un marinaio che va per mare che deve mettere in conto onde e vento, noi dobbiamo mettere in conto i ribassi.

E’ questione di QUANDO avvengono non SE avvengono.

Questo va sempre tenuto a mente, con un portafoglio solido e ben diversificato non avrai nulla da temere.

A presto.