Gli investimenti preferiti degli Italiani sono pochi e sempre gli stessi.

Qualche titolo azionario Italiano (Eni, Enel, Fincantieri,ecc..) e i sempre presenti BTP a rendimento ormai negativo (Titoli di stato Italiano).

Investimenti che si limitano al territorio Italiano.

Il mercato Italiano rappresenta meno dell’1% del peso globale (0,81%) e non è per nulla efficiente, allora perché c’è questa predilezione?

Il meccanismo è detto home bias, detto in maniera semplice, investiamo in quello che conosciamo e che ci mette a nostro agio.

Quindi invece che usare dati e statistiche ci affidiamo a emozioni e feeling per gestire i nostri soldi.

Una mossa comprensibile ma direi un filo azzardata, soprattutto se guardiamo i dati.

Come detto prima, il mercato Italiano è solo lo 0,81% rispetto a quello Globale ed è poco diversificato in quanto è formato in grossa parte da titoli Bancari-Assicurativi.

Inoltre, ma non meno importante, dal 2008 a oggi è in perdita. Come mostra il grafico qui sotto comparato all’indice globale.

In sostanza se dal 2008 ad oggi avessi investito SOLO sull’indice Italiano avrei perso l’11% del mio capitale, mentre nello stesso periodo l’indice Globale avrebbe quasi triplicato il mio investimento (+189%).

Ci sono addirittura titoli che dal crollo del 2000 non hanno mai recuperato, un esempio è Leonardo, ma sono quasi tutti così.

Ammetto che ottenere risultati comprando un mercato in discesa è praticamente impossibile.

Quindi se investendo non hai ottenuto risultati è comprensibile.

Certamente, ci sono titoli che sono cresciuti a ritmi importanti come Ferrari, ma è come comprare un biglietto della lotteria.

Il futuro non è prevedibile e per sapere quale sarà il titolo che salirà ci vuole una grossa dose di fortuna.

Questo discorso è poco credibile da coloro che cercano di pescare quei titoli che avranno successo, lo capisco, non proverò a far andare l’acqua in salita in quanto richiede un dispendio di energia elevato e il risultato è già certo.

Inoltre non ti dico di evitare completamente il mercato Italiano (io lo evito) dal giorno alla notte, piuttosto mi piacerebbe che queste poche righe smuovano in te qualcosa, che quel qualcosa ti porti a ragionare e magari ti possa aiutare a investire meglio.

Non esitare a contattarmi qualora volessi un’analisi gratuita dei tuoi investimenti: message@investitoreprotetto.it