Tutti noi sogniamo di arrivare a un punto nella vita in cui il lavoro non è più una necessità ma un piacere o una passione.

Quello che ci limita sono i soldi.

Prova a pensare cosa faresti se vincessi il “turista per sempre”.

Apriresti un bar in Costa Rica? Diventeresti un fotografo? Oppure un degustatore di vino?

Eppure c’è un blocco economico che ce lo impedisce e ci costringe a continuare, inesorabilmente, ad alzarci ogni mattina e andare in un posto dove non vogliamo andare.

La cosa più bella sarebbe alzarsi e decidere se, andare a lavorare, o andare al parco. Questa è libertà.

Ma per ora non possiamo, ma arriverà quel giorno, magari un po’ lontano ma arriverà. Il nostro scopo è farlo arrivare il prima possibile, non con colpi di fortuna come il “turista per sempre” ma con lavoro e strategia.

Non voglio sentire: “eh ma se muoio prima ho passato una vita a risparmiare per nulla, la vita è una”.

Se la tua vita si basa solo sullo spendere e non risparmiare, non so con che risorse arriverai in pensione. Non è cattiveria, è solo matematica.

Non potete scommettere su un fattore che non dipende da voi, almeno in parte.

Come sarebbe avere 65 anni, non avere un becco di un quattrino e sapere che tra 2 anni andrai in pensione con 600€ al mese?

600€ sono sempre più una realtà non è una forzatura per fare “paura”, basta guardare i dati dell’osservatorio INPS.

A quel punto cosa fai? Ti reinventi a 70 anni?

La sensazione è quella di un pitone che ci avvolge alla gola e stringe, stringe sempre di più, aumentando la pressione poco alla volta, fino a lasciarci senza ossigeno.

L’arca si costruisce prima non durante la pioggia, perché quando arriva la pioggia potrebbe essere già troppo tardi.

Seguendo questi 8 principi puoi farcela, continuare a vivere in modo dignitoso e, allo stesso tempo, costruire l’arca un’asse e un chiodo alla volta.

INVESTI E RIMANI INVESTITO

Secondo uno studio JP Morgan (foto allegata), comprare e vendere in base a previsioni e sensazioni, nel lungo termine è perdente.

Dal 1997 al 2016 rimanendo sempre investiti si avrebbe ottenuto un rendimento medio annuo del 7.68%.

Mancando “SOLO” i 10 giorni migliori, il rendimento si sarebbe quasi dimezzato, arrivando a un 4% annuo.

In termini di soldi, investendo €10.000 invece che €43.933 ne avreste €21.925, la metà, solo per fare i fenomeni con le previsioni.

E, colpo di scena, il miglior giorno in assoluto è arrivato proprio 2 giorni dopo il peggiore. Lo potevamo sapere? Direi di no, era prevedibile? Forse sì, forse no.

Quindi compra e fregatene del breve termine e di cosa fa Trump, Powell, la Cina e compagnia bella.

INIZIA A INVESTIRE IL PRIMA POSSIBILE

Non aspettare il momento perfetto perché semplicemente non esiste. Perché troverai sempre un motivo per rimandare, siamo procrastinatori seriali.

Ogni motivo è buono per rimandare faccende che richiedono sforzi e impegno, come la dieta si inizia sempre la settimana prossima, poi quella dopo ancora e ancora.

Il tempo è una variabile imprescindibile per un investitore, è la nostra arma segreta. Proprio come braccio di ferro ha i suoi spinaci, noi abbiamo il tempo.

Anche se sei è in età avanzata bisogna comunque usare più tempo possibile.

Un consiglio, se hai paura, inizia per gradi, con un contributo mensile fisso o a piccole somme periodiche.

Oltre ad essere una strategia d’investimento per mediare i prezzi di mercato, è un toccasana per la nostra parte emotiva. E’ come toccare l’acqua del mare in punta di piedi per sentire se è fredda, per poi tuffarsi.

Il tempo diminuisce i rischi e aumenta le possibilità di rendimento.

CAVALCA I RIBASSI E FAI COME NELL’AIKIDO

Quando un avversario è più forte di noi, possiamo usare la sua forza a nostro vantaggio, questo insegnano le arti marziali.

Non vorrei paragonare il mercato a un avversario, infatti non lo è. In ogni caso aiuta a capire il concetto, se c’è un ribasso noi non possiamo metterci sotto a tenerlo con le mani, ma possiamo sfruttarlo a nostro vantaggio.

Come?

Proprio usando la sua forza quando ci viene addosso, comprando a sconto. Questo avrà due benefici:

-Accorciare i tempi di recupero del ribasso.

-Aumenta i rendimenti.

Se il mercato crolla e il nostro portafoglio è ben costruito cosa succede?

Assolutamente nulla, dobbiamo solo aspettare le fisiologiche e inevitabili riprese.

L’unico modo per perdere soldi in questo momento è disinvestire. Quindi sei in controllo del destino di esso.

RISCHIO-RENDIMENTO, UN ASSIOMA INEVITABILE

Non esiste alcun pasto gratis, no nessuno.

Eppure siamo sempre alla costante ricerca di scorciatoie o di “guru” che ci assecondino nella nostra convinzione.

Credimi, avrei molti più vantaggi a dirvi che io sono uno di quelli, ma mentirei, semplicemente non esistono.

A cercare l’investimento miracoloso si finisce per inciampare in truffe o rischi che prosciugano il capitale peggio di un’aspirapolvere Folletto.

Il mercato non è una bisca compra-vendi dove vince il più furbo. Bisogna uscire dal concetto instaurato come un tarlo nella testa dai film alla “Wolf of Wall Street”.

Vince chi ha disciplina, strategia e pazienza.

QUANTO MI DAI? SMETTI DI RAGIONARE COME SE FOSSI DAL SALUMIERE

Il mercato non è fatto di sole cedole a rendimento fisso e garantito.

Quanto mi dai lo si dice a quello che vuole comprarci la macchina.

So che vorresti sapere tutto prima, so che vorresti avere tutto sotto controllo: Il telecomando nella mano destra, la moretti gelata in quella sinistra e le patatine nella mensola affianco.

Ma non funziona così.

Come si fa ad investire in un mercato, quello azionario per esempio, e sapere già da prima quanto cresceranno 2000/3000 aziende nel corso degli anni?

Ci sono milioni di variabile, non è possibile farlo, nemmeno stimarlo serve. Possiamo parlare di medie storiche, certo, ma non possiamo fare i calcoli e spaccare il capello. Magari va meglio o magari va peggio.

NON CERCARE UN PIANO PERFETTO, USA QUELLO BUONO E SEGUILO

In questo settore, ricercare la perfezione può costare di più del beneficio che ci può portare.

Un buon piano è tutto quello di cui abbiamo bisogno. La differenza la fa l’esecuzione.

Serve disciplina e il sangue freddo di continuare a credere nel piano anche quando le cose ci sono avverse.

Non preoccuparti, davvero, un buon piano funzionerà sempre se TU lo segui, è tutto nelle tue mani.

Se fai un piano di accumulo mensile e smetti di seguirlo perché c’è un ribasso, ecco quella è la tua rovina.

Perché?

Perché il mercato tornerà su e tu non avrai eseguito il piano, lasciando per strada tutti i pezzi della strategia. Il dispiacere che proverai sarà addirittura peggiore.

Quindi scegli il piano e seguilo.

RISPARMIA E SPENDI QUELLO CHE TI RIMANE

Abbiamo il vizio di spendere e poi risparmiare, se rimane qualcosa. Indipendentemente dal reddito, questo è quello che succede.

Definire un budget di risparmio/investimento e poi spendere, in questo modo puoi essere anche più spensierato e arrivare con il pedale dell’acceleratore a fine corsa.

In sostanza, prima si fanno i compiti e poi si gioca.

La nostra mente, nella maggior parte dei casi, è consumista, e più andiamo avanti e peggio sarà.

Usiamo lo shopping come palliativo allo stress, non compriamo perché ci serve ma compriamo perché ci fa stare bene, giusto il tempo di uscire dal negozio.

TIENI DELLE MUNIZIONI DI SCORTA

Crea una riserva, sul conto o con strumenti a breve termine e facilmente smobilizzabile.

Questa riserva è la tua garanzia, oltre a certi imprevisti la puoi usare per “siringare” del denaro quando il mercato fa dei ribassi. Quindi comprare come il mercato scende.

La riserva dovrebbe essere circa 6/12 mensilità, dipende dalle tue situazioni, in certi casi può essere di più e in certi di meno, va analizzata.

Un ragazzo che vive a casa con i genitori può tenere anche 2/3 mensilità, mentre un padre con figli e moglie senza lavoro, potrebbe avere maggiori necessità.

Comprando a sconto farai un grosso regalo a te stesso creando succulenti rendimenti.

Se hai già degli investimenti o stai pensando di farli, ti consiglio di leggere questo ebook gratuito che ho creato per te. All’interno puoi scoprire tutti i segreti che le banche usano per farti pagare più commissioni e ottenere meno risultati.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL REPORT “LE 7 COSE DA SAPERE PER LA SICUREZZA DEI TUOI SOLDI”