La maggioranza delle mie riflessioni arriva dai dialoghi con i clienti, spesso fatti di luoghi comuni e di mancanza d’informazione.

La stessa mancanza che ci porta a commettere errori quando si va ad investire e ci tiene lontani dai rendimenti succulenti che periodicamente ci da il mercato.

Quando si investe bisogna aver chiaro che non lo si fa per diventare ricchi in poco tempo. Mi fa sorridere quando leggo certi soggetti che promettono ritorni garantiti del 5% al mese.

Il mio primo pensiero è che, se davvero esiste un sistema automatico, senza rischio che da quei rendimenti potrei, in qualche anno, diventare l’uomo più ricco della terra.Basta prendere una calcolatrice e fare i conti.

Di indole vogliamo tutto e subito, per ogni cosa. Pensa a chi va in palestra o inizia una nuova attività e crede di avere SUBITO grandi risultati. E’ un approccio perdente.

Possono passare anni senza risultati, per poi vederli arrivare come una fiumana inarrestabile, ma ben pochi sono disposti ad aspettare quel momento.

Il fatto è che non ci sono tante alternative, questa è l’unica strada. Piantare, aspettare e raccogliere.

Questo processo è molto più simile ad una strada di montagna, che porta in vetta, ma che è piena di curve e sali-scendi.

Investire è decisamente noioso, i risultati arrivano con il tempo, dopo anni. Ci possono volere anche 10 anni per avere frutti soddisfacenti. Questa è la verità.

La nostra ricchezza arriva dal nostro lavoro, quello di tutti i giorni, l’investimento è un affiancamento necessario e obbligatorio per creare il connubio della prosperità.

Obbligatorio per chi vuole proteggere e far crescere i propri soldi, anche con rendimenti davvero interessanti.

Per chi non ha interesse nei propri soldi, e li vuole lasciare in pasto all’erosione da inflazione, il conto corrente è un’ottima soluzione.

La pazienza è il segreto del successo. Rousseau diceva “La pazienza è amara ma i suoi frutti sono dolci”.

L’ostacolo più difficile è proprio stare fermi e aspettare che le piante crescano.

Lo sforzo avviene principalmente all’inizio, dopo di che si aspetta. Possono volerci anni prima di raccogliere.

Funziona così, è un meccanismo semplice ma logorante che, se usato “dal verso giusto”, può fare tanto.

Aspettare e non vedere i risultati è frustrante, si può arrivare a dubitare delle capacità del consulente, di sè stessi o del meccanismo del mercato.

Proprio come nel grafico qui sotto, dove c’è la linea “What you think should happen” che rappresenta le nostre aspettative, la linea “What actually happens” che è cosa succede davvero e la parte nel mezzo, ovvero il gap della delusione.

Qui bisogna fare attenzione perché è uno di quegli spartiacque tra successo e fallimento.

Può anche succedere che si cambi la strategia o si passi ad altro, lasciando il successo a pochi metri da noi.

Quindi come fare per rimanere “di qua” nel terreno dei vincenti e non cadere in errori di cattiva valutazione?

Capire che se investi queste sono le regole, che tu sia giovane o vecchio, bello o brutto, ricco o povero. Se non sei disposto ad accettare queste condizioni ti sconsiglio di investire.

PS: E’ inutile cercare altri pareri più “confortanti” che ti dicano che non è così e che, grazie ai loro strumenti magici, potrai ottenere mirabolanti risultati.

Io ho creato per te un Report GRATUITO, per evitare le trappole bancarie anche senza essere esperti di settore, che in 20 minuti di lettura ti farà risparmiare tanti soldi. Eccolo:

Clicca qui per scaricare il Report “LE 7 COSE DA SAPERE PER LA SICUREZZA DEI TUOI SOLDI”